venerdì 19 gennaio 2018

La classifica degli audiolibri premia Geppo show



La passione per gli audiolibri inizia a contagiare anche l’Italia, grazie al lancio di nuovi servizi in streaming in abbonamento tra cui Audible di Amazon (se volete il Netflix degli audiolibri). E come già da tempo accade per il mercato cartaceo classico, anche nelle classifiche dell’audio-editoria già iniziamo a trovare in testa le star del web italiano.

A svettare su tutti in questo scorcio iniziale del 2018 è Simone Metalli, in arte Geppo Show, tra i più amati comici nazionali esplosi online. Con il suo titolo d’esordio, “Fatte ‘Na Risata”, una raccolta di 100 straordinarie barzellette per grandi e bambini, Geppo è volato a Gennaio al primo posto su Audible nella classifica dei bestseller per la categoria Umorismo. Un exploit che gli ha garantito l’ingresso anche nella Top 10 generale della piattaforma, accanto ai classici di Dumas e Jane Austen, il primo romanzo di Chiara Francini e la Costituzione Italiana.

Geppo pubblica ogni mattina le sue fulminanti battute dentro brevi clip diffuse sui social e YouTube. A seguirle con regolarità sono ormai più di 500.000 superfan, a cui si aggiungono gli ascoltatori del nuovo programma mattutino di Radio Dimensione Suono Roma “La sveglia dei Gladiatori”. Talent di punta del network YouTube romano Greater Fool Media, Geppo ha contribuito con le sue barzellette virali a far battere ai tipi di Greater Fool il record di 1 miliardo e mezzo di views nel solo 2017. E adesso, grazie alla produzione della prestigiosa etichetta Volume, specialisti degli audiobooks, si appresta a registrare altre due audioraccolte di freddure e gag all’insegna del suo motto “Ridi, è gratis”. Entrambe in uscita entro la primavera 2018.

Per Andrea Materia, fondatore e CEO di Greater Fool, il “successo di Geppo su Audible conferma la sua straordinaria capacità di conquistare il pubblico su tutte le piattaforme dello spettacolo digitale, senza confini. Geppo piace a chi condivide la mattina le sue barzellette su Facebook e Whatsapp, piace a chi la sera lancia in streaming YouTube sulla TV e se lo gode in poltrona per mezz’ora filata grazie alle compilation, e adesso sappiamo che piace, e da pazzi, anche agli appassionati di audiolibri. Se vedete qualcuno con le cuffie in palestra o alla fermata dell’autobus che all’improvviso scoppia a ridere, non è improbabile che abbia appena ascoltato l’ultima  di Geppo”.

www.greaterfool.tv

Le Cabaret de l’Enfer presenta “Ade” al Salone Margherita

Il 23 e 30 gennaio, Le Cabaret de l’Enfer porterà in scena il suo spettacolo più longevo, “Ade”,
presso il Salone Margherita di Roma.
Prodotto da La Bottega degli Artisti e Micca Club, è un viaggio nell'aldilà scritto e diretto dal
regista cinematografico Francesco Felli.
Lo spettacolo mischia tinte macabre con contaminazioni dal Grand Guignol, dal Freakshow e dal musical,
ma, al tempo stesso, emoziona nell'intima riflessione sul sapore più profondo dell'esistenza umana.
Per la straordinaria occasione è stato ampliato con nuovi inserti, dalle scenografie ai
costumi, fino all'accompagnamento musicale, che sarà eseguito dal Quartetto Sharareh e dal M° Davide Annecchiarico (autore anche degli arrangiamenti)
Sul palco, oltre al bizzarro cast di attori, cantanti, ballerini, nani e saltimbanco, già protagonisti nelle altre puntate de Le Cabaret de l'Enfer (Alessia Torroni, Eleonora Notaro, Jordi Montenegro,
Lodovico Zago, Lulu Rimmel, Michele Nardi e Sara Santelli), ci saranno anche e i Karma B, storico duo di drag queen che ha ottenuto in queste settimane un grande successo di pubblico con DiveDivine Folies, proprio al Salone Margherita.
I biglietti sono disponibili su Ticket One.

giovedì 11 gennaio 2018

Pinsa o Pizza? A Monza c’è Birra e Brace, avrai l’imbarazzo della scelta

Ristorante pizzeria Birra e Brace è un luogo unico e speciale in cui assaporare piatti di deliziosa carne, panini, stuzzicherie, taglieri pinse o per una pizza a Monza, Lecco e Bergamo, in compagnia di chi vuoi tu.

Esiste un luogo unico, giovane, moderno e tradizionale allo stesso tempo, in cui deliziarsi con cibo di qualità, birre artigianali, vini DOC e DOCG, ascoltare buona musica e passare momenti indimenticabili con le persone che ami.
E' Birra e Brace, il ristorante pizzeria in provincia di Bergamo, Lecco, Monza che ti offre un ampio menù: tra piatti di pregiata carne, taglieri, panini, pizze, pinse avrai l'imbarazzo della scelta!

pizza monza

Preferisci pinsa o pizza? A Bergamo, Monza e Lecco, scegli Birra e Brace

Conosci la pinsa? Una pietanza digeribile, leggera e friabile con una lunga storia alle spalle.
Simile alla pizza, la pinsa ha una caratteristica forma allungata e ha origine in epoca romana, periodo in cui veniva preparata secondo una ricetta che prevedeva un mix composto da farina di soia, farina di frumento e farina di riso che veniva successivamente impastata con lievito madre e lasciata riposare 72 ore.
Il nome Pinsa deriva da "Pinsere", che in latino ha il significato di allungare, la pasta viene infatti stesa con una forma ovale e oggi è apprezzata per i suoi bordi friabili, il suo morbido interno, l'assoluta digeribilità e la personalizzazione dei condimenti.
Che tu scelga una pinsa o una pizza, a Monza, Bergamo e Lecco c'è Birra e Brace!

Il ristorante pizzeria di Bergamo, Lecco e Monza con area bimbi e molto altro

Birra e Brace non è un ristorante come gli altri, è un locale che ti offre tantissimi comfort e servizi. Lo sai che presso i ristoranti Birra e Brace sono state allestite delle aree dedicate ai più piccoli? Presso l'area bimbi, anche loro potranno passare una serata di divertimento intrattenuti dalle animatrici tra cartoni animati e giochi colorati, così mentre loro giocano, tu potrai goderti ottimo cibo e musica in totale relax nelle sale ampie e d'atmosfera di Birra e Brace, dotate di divanetti e poltrone per una comoda degustazione di birre artigianali e vini DOC e DOCG e per assaporare un delizioso piatto di carne, una pinsa, un panino, una pizza. A Lecco (Garbagnate Monastero), Bergamo (Bonate di sopra) e Monza (Usmate Velate e Monza città) c'è Birra e Brace, il ristorante pizzeria per ogni occasione, prenota subito il tuo tavolo.

martedì 9 gennaio 2018

Diradamento capelli? Per qualsiasi problema di caduta rivolgiti a Italcenter

Italcenter vanta esperienza ultra trentennale nel settore tricologico e con il suo centro di Como offre soluzioni personalizzate a problematiche come diradamento capelli, alopecia androgenetica, caduta capelli uomo e donna.

I problemi relativi a cute e capelli spesso comportano anche disagio a livello psicologico, con cali di autostima e l'insorgere di depressione.
Alopecia areata, alopecia androgenetica, diradamento capelli, traumi e cicatrici, caduta di capelli uomo e donna sono alcune delle problematiche che possono essere risolte grazie ai professionisti di Italcenter, il centro tricologico di Como che dal 1985 offre soluzioni personalizzate.
alopecia androgenetica

Diradamento capelli: le cause e le soluzioni di Italcenter

Il diradamento dei capelli è uno stato fisiologico che si presenta con l'avanzare dell'età e avviene normalmente negli uomini e nelle donne.
Nel caso dei soggetti maschili, il diradamento avviene tramite graduale regressione dell'attaccatura nelle aree della fronte e delle tempie e successivamente in prossimità del vertice.
Nei soggetti femminili, invece, il diradamento si presenta in corrispondenza della zona centrale del cuoio capelluto e si riconduce spesso all'alopecia androgenetica, condizione per cui i follicoli piliferi presentano depigmentazione e l'esaurimento del ciclo di ricrescita del capello.
Il diradamento può essere accelerato da cause come eccesso di produzione di sebo, che comporta la formazione di uno stato lipidico che soffoca il capello e atrofizza il follicolo, e la presenza di forfora grassa che provoca prurito e desquamazioni cutanee che incrementano la caduta del capello.


Caduta capelli uomo e donna e alopecia androgenetica: le soluzioni di Italcenter


Dal 1985 Italcenter garantisce la soluzione migliore ad ogni problema di cute e capelli.
Con sede a Como, il centro tricologico mette a disposizione un'equipe di specialisti qualificati in grado di eseguire trattamenti quali autotrapianto, tricopigmentazione, infoltimenti, applicazione di lozioni e vendita e applicazione di protesi e parrucche per intervenire su caduta capelli uomo e donna, diradamenti, stempiature, calvizie, alopecia androgenetica, alopecia areata, cicatrici da traumi o interventi chirurgici.
Ogni singolo caso verrà analizzato dai professionisti di Italcenter per proporre una soluzione mirata ed efficace alla problematica, prenota una visita e risolvi i tuoi problemi di cute e capelli con Italcenter.

lunedì 8 gennaio 2018

Franco Nero protagonista del nuovo film di Paolo Consorti "Havana Kyrie"



 Primo Ciak il 9 gennaio per il nuovo film di Paolo Consorti dal titolo “Havana Kyrie” che vede come protagonista Franco Nero. Nel cast anche il celebre attore cubano Jorge Perugorria. La pellicola, prodotta dalla Vedado Films e da Opera Totale vedrà le riprese italiane dal 9 al 12 gennaio a Pesaro per poi spostarsi a febbraio a Cuba.
Vittorio, un burbero direttore d’orchestra sul viale del tramonto, riceve un’offerta di lavoro all’Havana: dirigere il Kyrie Eleison, un’opera di Rossini, con il coro dei bambini della Colmenida. Decide di accettare la proposta per due motivi: i soldi e perché da troppo tempo la musica gli manca. Ma il progetto lo metterà a dura prova. Vittorio odia i bambini e crede che l’opera rossiniana, una vera e propria preghiera in musica, mal si adatti al cuore allegro di quei giovani coristi cubani troppo distratti e indisciplinati, a suo dire.  Tante saranno le difficoltà che troverà nel suo percorso, forse anche perché è il suo di cuore ad essersi chiuso agli altri. E la sua aridità dovrà fare in conti con i mille colori di Cuba e le sue tante contraddizioni.  Una vecchia amica, Hanna, cantante lirica, saprà dargli nuovi punti di vista. Eppure quella città che Vittorio ama e odia insieme non gli farà sconti. A cominciare da Isabela, una vecchia fiamma di vent’anni prima, dalla quale Vittorio scopre di aver avuto un figlio.  Quando alla sua porta si presenta Viktor tutto è destinato a cambiare per Vittorio.  E i cocci della sua vita potrebbero avere un nuovo significato adesso. Ma come trovare un’armonia?   Forse, proprio in quella preghiera, il Kyrie Eleison, si nasconde la risposta.   
“La musica sarà uno degli ingredienti fondamentali del film, un fil rouge che farà emergere dal contrasto tra la perfezione rossiniana e la scioltezza dei ritmi cubani la complessità dell’animo di Vittorio, colmo di conflitti irrisolti…”, spiega il regista Paolo Consorti, considerato tra gli artisti più significativi della sua generazione per aver delineato un linguaggio in cui la pittura pura si fonde al digitale e all’elettronica attraverso la realizzazione di dipinti, films, video e performances.

Consorti, con questo film è al suo terzo lungometraggio. Ricordiamo, infatti, i suoi due precedenti lavori “Il Sole dei cattivi” con Nino Frassica e Luca Lionello, premiato come Miglior Film nel Film Festival dei Popoli e Religioni di Terni, e “Figli di Maam” - girato a Roma  in quella fabbrica occupata sulla Prenestina diventata un caso per essere stata trasformata in un insolito museo, il MAAM -  che ha ottenuto lo Special Screening al Sofia International Film Festival e che ha avuto un cast di grande qualità formato da Luca Lionello, Franco Nero e Alessandro Haber. Quello di Consorti nel cinema è stato un esordio sull’onda della sperimentazione: nei sui films ha esplorato i bordi della finzione mescolandoli alla verità del reale. Da artista ha creato realtà sospese, nelle quali ha calato personaggi surreali e travolgenti, spesso drammatici, protagonisti su cui è centrata la narrazione. “I miei personaggi sono tormentati, agiscono con una fisicità prorompente che è un tutt’uno con il loro spirito…la mia aspirazione è scoprire le fessure nella loro anima, tra dolore, consolazione e speranza. Lavorare con Franco Nero nella veste di protagonista di questo nuovo film è per me una grande opportunità e una sfida, vorrei riuscire a tirare fuori l’uomo dietro l’icona, insomma vorrei un Franco Nero non solo grande attore ma anche un po’ se stesso…..deformazione d’artista!”.  Parlando di Arte invece, tra gli altri lavori, Paolo Consorti ha esposto a Palazzo Reale a Milano ed ha partecipato alla 54° Biennale Internazionale d’Arte di Venezia. Paragonato dal filosofo Hans Georg Gadamer a Bosch per il “contrasto tra equilibrio pittorico e drammaticità dell’uomo moderno e post-moderno”, Consorti è uno dei pochi artisti italiani poliedrici in grado di sperimentare strade diverse riuscendo ad unire il cinema con l’arte, riscuotendo sempre un grande successo di critica.

HAVANA KYRIE
Da  un’idea di   Paolo Consorti e Franco Nero
Durata: 100 minuti

BIOGRAFIA SINTETICA PAOLO CONSORTI
Nato a San Benedetto del Tronto nel 1964 Paolo Consorti è considerato tra gli artisti più significativi della sua generazione per aver delineato un linguaggio in cui la pittura pura si fonde al digitale e all’elettronica attraverso la realizzazione di dipinti, films, video e performances.
Diplomato all’Accademia di Belle Arti di Macerata, dopo alcune collaborazioni cinematografiche che lo vedono al fianco del premio oscar Sergej Fëdorovič Bondarčuk, esordisce nel ’91 con una mostra personale al Palazzo Ducale di Urbino. Nel 1992 il filosofo Hans-Georg Gadamer paragona Consorti per il “contrasto tra equilibrio pittorico e drammaticità dell’uomo moderno e post-moderno” al tormentato Bosch e nel 1994 il critico d’arte Pierre Restany evidenzia nella sua opera“ l’emergenza di uno stile post-moderno del sublime”. Nel 2008 è tra i Top 100 di Flash Art sulla giovane arte italiana. Nel 2011 è invitato alla 54ª Biennale Internazionale d’Arte di Venezia. Espone inoltre al Macro e al Palazzo delle Esposizioni di Roma, al Palazzo delle Papesse di Siena, al Museo Madre di Napoli, al Teatro Margherita di Bari e al Palazzo Reale di Milano, oltre ad aver tenute mostre personali e collettive in spazi pubblici e gallerie private in Europa, America, Asia ed Australia. Nel 2012 Rai 3 produce il docufilm “Rebellio Patroni” e gira il suo primo film lungometraggio “Il sole dei cattivi” con Nino Frassica e Luca Lionello, premiato come Miglior film nel Film Festival dei Popoli e Religioni a Terni. Nel 2013 firma già il secondo lungometraggio “Figli di Maam”, che otterrà lo Special Screening al Sofia International Film Festival e vedrà, oltre a Luca Lionello ancora protagonista, la partecipazione di Franco Nero e Alessandro Haber.